Cassina Designer's Days Paris

Venghino Signori, Venghino!

Cassina vi invita a scoprire le sue straordinarie Creature presentate da Bloom Room. Esploratore dell’immaginario contemporaneo, lo studio creativo evoca l’universo oscuro di Freaks, il mitico film di Tod Browing, trasformando il flagship store parigino di Cassina in un vero sideshow e facendosi teratologo per catturare la parte inconsueta del marchio.

Lasciatevi sorprendere da CREATIVO, AUTENTICO ed INDUSTRIALE, ibridi alle pulsioni materialiste domate da Cassina, al fine di produrre degli oggetti capaci di attraversare tempi e mode. Messi in una gabbia da Bloom Room, questi tre esseri costituiti da alcuni degli arredi icona di Cassina diventano figure allegoriche e intriganti della sua identità.

CREATIVO: certamente il più imprevedibile, il più irascibile e selvaggio. Le sue ali composte dai tavoli Petalo di Charlotte Perriand proteggono e scoprono, spiegandosi, due piccoli Tabouret Berger firmati dalla stessa mano. Mimando il volo, sembra esprimere la creatività allo stato puro; l’opera, al suo primo stato di sogno. Gli occhi al cielo, il suo corpo è coperto da una sedia Robie di Frank Lloyd Wright e solidamente ancorato al suolo da un insieme di LC14 Tabouret Cabanon di Le Corbusier e dalle sedie Coonley de Frank Lloyd Wright.

AUTENTICO: è un essere siamese, una testa girata verso il passato e una verso il futuro. Ciascuna di queste è costituita da diversi tavolini rotondi Cicognino di Franco Albini i cui piedi girati verso l’esterno invitano decine di occhi a distinguere anche le minime differenze tra l’originale e la copia. Queste si ritrovano sopra un corpo che agglomera diverse Dodo di Toshiyuki Kita, riposte su una base di Tabouret Cabanon di Le Corbusier e prolungate da altri tavolini Cicognino.

INDUSTRIALE: un essere macchina, rimanda ad un robot che, infastidito dall’idea di imperfezione, si applica in maniera ossessiva a riprodurre nello stesso modo i pezzi che gli saranno sottoposti. La sua allure meccanica poggia sulle gambe composte dalle DS3 di Charles Rennie Mackintosh che si trovano al livello del corpo fatto di poltrone Ombra di Charlotte Perriand. Le sue braccia composte da due sedie Hill House di Charles Rennie Mackintosh terminano con dei tavoli bassi 780 di Gianfranco Frattini che rappresentano le sue mani. La sua testa infine è rappresentata da una poltrona I Feltri di Gaetano Pesce.

Creatività, autenticità, industria, tre forze insite nell’identità che definisce la produzione di Cassina. Tre figure che mettono insieme un’esperienza unica e la passione nel sostenere la visione di questi designer del movimento moderno e contemporaneo, in una produzione di alta qualità.

Termina il percorso una quarta “creatura” senza nome. Totalmente libera, assomiglia ad un acrobata sul suo trapezio e potrebbe ricordare la libertà lasciata agli artisti che uniscono la loro identità a quella di Cassina. Le sue lunghe gambe e le sue braccia cono costituite dalle sedie Hill House di Charles Rennie Mackintosh, i suoi piedi sono delle sedie Göteborg d’Erik Gunnar Asplund, il suo busto è una chaise-longue di Charlotte Perriand e il suo petto è formato da vari Tabouret Berger. La sua testa, una sedia Zig Zag di Gerrit T. Rietveld, permette di dare a questo volto il suo dinamismo e la fluidità suggestiva del movimento.

A proposito di  Bloom Room

Fondata da Marc Ange nel 2008, la Famiglia riunisce intorno a lui tre creatori dai profili e dalle personalità tanto diverse quanto complementari. Antonin Maire d’Église, “il matto”, disegnatore e scultore persegue un’eterna e lirica ricerca della modernità; Philippe Ricaud “l’uomo di mano”, diretto ed efficace si ubriaca di passato e storia dello stile; Emmanuel Hartman, “il consigliere”, maturo e vaccinato, scava in maniera calma questa terra fertile…
I quattro primi membri della Famiglia concepiscono insieme dei progetti al margine delle classiche correnti del design, sotto forma di omaggio o di deviazione con la solita volontà di scappare alle costrizioni del reale.  
La Famiglia lavora su dei supporti anche diversi dal design, l’architettura d’interni, la decorazione o la grafica per progetti auto-editati o richiesti da clienti particolari o grandi marchi come Louis Vuitton, Peugeot, Citroën e Moët & Chandon.

Scarica