Origins of the Future Il lavoro del designer, come il lavoro di un’artista.

Una vetrina sul mondo contemporaneo di Cassina

Origins of the Future è una riflessione sul futuro di Cassina. Con l’avvicinamento del 90° anniversario che cadrà nel 2017, l’azienda guarda avanti per costruire i prossimi 90 anni di patrimonio della cultura del design.

In occasione del Fuorisalone 2016, lo Showroom di Cassina Milano prende ispirazione da una galleria d’arte con un’installazione pulita, neutra, firmata da Patricia Urquiola.

Pannelli retro-illuminati creano un effetto di movimento attraverso la gradazione di colori pastelli, colori di ispirazione. Questo quadro futuristico è lo sfondo per la vetrina dello showroom.

Da una parte il Beam Sofa System, il divano componibile firmato dalla stessa designer spagnola che si sviluppa lungo una trave, dall’altra parte Props, la serie di accessori architettonici, astratti, in lamiera di metallo di Konstantin Grcic. Opere scultoree. Oggetti da osservare in un’installazione artistica.

In anteprima mondiale un progetto di Zaha Hadid

L’esposizione continua all’interno dello spazio con una prima anticipazione di un progetto sviluppato con l’architetto Zaha Hadid. In accordo con Zaha Hadid Architects, la poltrona ZH One è presentata in anteprima mondiale presso lo Showroom Cassina Milano.

Le novità in mostra come delle opere d’arte

Al centro dello spazio singoli oggetti esposti su pedane in alluminio di vari tonalità intense, verde, turchese, arancione, rosso, possono essere contemplati dal visitatore.

In fondo il lavoro del designer è come il lavoro di un’artista. Creativo. Stimolante. Complesso. Poliedrico.

Appesa sulle pareti bianche per delineare l’area espositiva centrale, Deadline, la nuova serie di specchi di Ron Gilad. Ciascuna di queste 12 opere riflette la propria ombra e allo stesso tempo i dettagli della novità intorno, creando dei giochi grafici.

I prodotti in mostra comprendono sia la nuova Collezione 2016, che alcuni modelli del progetto MutAzioni, il primo capitolo del programma di celebrazione dei 90 anni di Cassina.

Della Collezione 2016 la poltrona Gender di Patricia Urquiola, il divano Volage EX-S di Philippe Starck, l’edizione limitata della poltrona Utrecht di Rietveld con l’innovativo tessuto Boxblocks di Bertjan Pot, e la sedia Ico di Ora Ito.

Del progetto MutAzioni l’emblematica chaise-longue Wink di Kita Toshiyuki degli anni Ottanta con rinnovati tessuti e colori, e il tavolo Doge, il capolavoro di Carlo Scarpa degli anni ‘60 con nuove finiture per la base e il piano. Progetti che fanno parte di un percorso per rileggere una selezione di icone mai rivisitata fino ad oggi.

Scarica