Salone del Mobile 2014: Indochine/ Mexique

Cassina presenta per la prima volta nuove riedizioni di Charlotte Perriand in legno, tipiche della lavorazione di alta falegnameria dell’azienda e testimonianza dei viaggi ispiranti in Oriente di questo architetto all’avanguardia

Indochine: materiali nobili per uso personale di Charlotte Perriand
La poltroncina girevole Indochine è un adattamento in legno della poltroncina LC7 in tubo metallico che Charlotte Perriand aveva disegnato nel 1927, prima del suo incontro con Le Corbusier, e che era stata successivamente inclusa nel gruppo di arredi firmati da Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Charlotte Perriand presentati al Salon d’Automne nel 1929. La poltroncina, disegnata in Vietnam nel 1943 per uso personale, era stata concepita con materiali e tecniche artigianali a disposizione nel periodo di guerra. Il primo progetto aveva tre gambe che non offrivano però una corretta stabilità. Facendo seguito a questa osservazione, Perriand fece un adattamento progettando la versione con quattro gambe. Charlotte Perriand adattava sempre i modelli in funzione dei materiali e delle tecniche che aveva a disposizione, così come ai programmi di progetto e ai luoghi di produzione.

Mexique: funzionalità, organizzazione e il calore di materiali naturali
Il tavolo Mexique fu concepito nel 1952 per le camere degli studenti della Maison du Mexique alla Cité Universitaire Internationale di Parigi. La sua forma triangolare con gli angoli arrotondati era stata pensata per occupare il minor spazio possibile nella camera facilitando così il percorso tra la poltrona, il letto e la scrivania. Questo tipo di tavolo con gambe affusolate in legno e con piano triangolare faceva parte dei tavoli en forme libre sviluppati da Charlotte Perriand nel 1938-1939. La forma triangolare permette di affiancare più tavoli per formare quadrati o rettangoli ampliando così la superficie d’uso. L’alto spessore del piano in legno massello respira naturale bellezza e calore e i bordi del piano hanno un profilo funzionale alla forma e alla dimensione della mano: “Cosa c’è di più dolce che toccare un piano di abete lucido, dolce come le gambe di una donna”, sottolineava Charlotte Perriand nel catalogo della Triennale di Milano del 1951. Nel 1952, Charlotte Perriand sostituì le gambe affusolate in legno con gambe a sezione triangolare in lamiera piegata nel colore nero opaco, fissate al piano. Eleganti e slanciate, sono concepite per “dare importanza al piano e non al sostegno” scriveva Charlotte nel 1950 in un articolo di L’art d’Habiter. Nel 1956, Charlotte Perriand declinò il tavolo alto Mexique in una versione bassa per la Galerie Steph Simon, la celebre Galleria a Parigi di cui Charlotte Perriand e Jean Prouvé furono i principali protagonisti. Perriand creò così una famiglia di tavoli che armoniosamente risponde ai bisogni di organizzazione spaziale delle zone
notte, giorno o ambienti collettivi.

Poltroncina girevole Indochine
Dimensioni: Ø61 x h.73/50cm
Essenze: legno massello di noce nazionale e frassino tinto nero
Rivestimento: schienale e seduta imbottiti rivestiti in pelle o tessuto
Tavolo alto e basso Mexique
Dimensioni: 118 x 80 x h. 70 / h. 38cm (spessore piano 5cm).
Essenze: legno massello di noce canaletto e rovere naturale
Gambe: lamiera piegata
I 17 prodotti nella Collezione di Charlotte Perriand sono tutti autenticati con il numero progressive di
produzione, la firma di Charlotte Perriand e il logo della Collezione Cassina I Maestri.
www.cassina.com

Scarica