Salone del Mobile 2014: Maralunga

Cool Since 1974
Cassina festeggia i 40 anni di Maralunga, il divano icona firmato Vico Magistretti in un progetto che racconta il passato, il presente e il futuro.

Lo showroom di Cassina Milano rende omaggio a uno dei divani più celebri dei nostri tempi: Maralunga. Un percorso che racconta la storia di un mito che parte dalla sua realizzazione negli anni
’70 per arrivare oggi alla presentazione di una nuova e fresca rivisitazione e un progetto di studio eseguito dagli studenti dell’ECAL/L’Università d’arte e design Losanna.

Gli anni 70: intuizione illuminante
Mentre gli ABBA cantavano Waterloo vincendo l’Eurovision Song Contest e Ern Rubik inventava gli incastri del cubo più famoso del mondo, Vico Magistretti centrava uno dei suoi più famosi modelli,
nonché vincitore del Compasso d’Oro.
L’aneddotica racconta di un pugno sferrato da Cesare Cassina a un prototipo del Maralunga presentato dall’architetto milanese che non riusciva a rispondere in
maniera esaustiva a una richiesta di un confort estremo. La conseguente rottura dello schienale mal riuscito illuminò Magistretti che individuò nel maldestro movimento un intuitivo criterio per rinnovare
una tipologia tradizionale, e al gesto disse: “ecco, benissimo, così mi sembra perfetto”.

La magia del movimento, innovazione e comodità
Il divano Maralunga si presentò da subito come un oggetto di grande forza e impatto sul mercato internazionale. L’innovazione non esibita nella variazione del poggiatesta per ottenere una versione a
schienale alto o basso – sviluppata dalla semplice catena di bicicletta, l’aspetto rassicurante e l’estrema semplicità dell’imbottito soffice, riassumono pienamente le caratteristiche salienti di questo
progetto.
Con Maralunga”, diceva Vico Magistretti, “ho inteso progettare un oggetto rappresentativo di tutta un’architettura d’interni di sapore familiare. Un posto caldo, confortevole, raccolto, dove sentirsi a
proprio agio e ritrovare l’atmosfera delle vecchie, comode, protettive poltrone da lettura poste vicino al fuoco di un camino o di una finestra. Due posizioni, due possibilità d’uso, due occasioni per crearsi il proprio spazio all’interno di una stanza
”.

2014: un nuovo modello anniversario
In occasione di questo anniversario speciale, Cassina presenta la nuova versione Maralunga ‘40 con un rivestimento in tessuto o pelle caratterizzato da una cucitura, un semplice ma raffinato pizzico
intorno al perimetro del bordo, che lo rende ancora più moderno e giovane.
Questa proposta affianca il Maralunga classico per offrire una scelta più ampia per tutti gli ambienti e soprattutto tutte le
età.

20 studenti, 20 progetti per ricercare il Maralunga del futuro
Come tributo ai 40 anni del Maralunga, Cassina ha voluto coinvolgere i designer del futuro dell’ECAL, la rinomata università di design a Losanna, ponendo una sfida a 20 studenti internazionali
del corso di Master Product Design: disegnare il divano del futuro partendo del telaio del Maralunga. Il brief? semplice, il comfort prima di tutto.

Un percorso di studio tra Meda e Losanna
Gli studenti hanno trovato le prime ispirazioni per il progetto durante una vista nella produzione di Cassina a Meda dove hanno potuto respirare la storia del marchio e osservare le tecniche di
produzione
. A seguire i vari workshop con il Direttore di ECAL Alexis Georgacopoulos e il designer Tomas Kral, e due incontri con il Centro di Ricerca e Sviluppo di Cassina, hanno portato a 20 progetti integrati.

In mostra una selezione dei progetti firmati dagli studenti dell’ECAL
Questo lavoro, di un semestre di studio, ricerca e sviluppo, ha portato delle proposte sorprendenti e durante il Salone del Mobile 2014 Cassina presenta i prototipi dei due vincitori, Qiyun Deng una
ragazza cinese del 1983, e Jin Eum una ragazza coreana del 1987, insieme ai modellini scelti da altri 6 progetti, presso lo showroom storico di via Durini, Milano, con un allestimento dedicato al mondo Maralunga.

Maralunga, un’icona in divenire
Cassina quindi rende omaggio ai 40 anni del progetto Maralunga per il Salone del Mobile 2014, in attesa del 2024 quando, seguendo la definizione di Magistretti stesso, diventerà in tutti gli aspetti un
vero pezzo eterno:
Pochissimi i pezzi eterni: un mobile diventa ‘eterno’ se riesce a sopravvivere almeno 50 anni, a quel punto è per sempre.” Da un articolo di Domus, aprile 1993.
Divano Maralunga 40, Vico Magistretti – Collezione Cassina I Contemporanei
www.cassina.com
www.ecal.ch

Scarica