Salone del Mobile 2014: Vico

Vico: la metamorfosi del divano firmato Jaime Hayon per Cassina

Un nuovo giovane talento per la Collezione di Cassina
Designer e artista spagnolo, Jaime Hayon è una figura fresca e di grande talento nel mondo del design contemporaneo di oggi. Influenzato fin da giovane dallo stile italiano, ha lavorato in stretto contatto con Oliviero Toscani a Fabrica, il laboratorio creativo di Benetton a Treviso, prima di fondare il proprio studio di design.


Vico: una forma organica con un forte carattere italiano
Per il Salone del Mobile 2014, Cassina e Jaime Hayon presentono Vico: un nuovo divano, a due e a tre posti, e una poltrona, che prende il nome del figlio di Hayon in un tributo speciale. Il progetto segue un percorso naturale che scopre il nostro desiderio innato di fare il nido, di raccogliersi in una conformazione organica e rilassarsi, senza rinunciare alla forma, alla struttura e al comfort contemporanei, che identificano il design italiano.


L’eredità culturale per l’innovazione
Hayon, sempre interessato alla produzione di oggetti artigianali, ha eseguito una ricerca accurata relativo al patrimonio del design italiano e, nello studio degli archivi di Cassina in particolare dagli anni ‘50 e ‘60, ha individuato alcuni elementi distintivi riguardanti il divano da sviluppare in un contesto contemporaneo. Il risultato è sorprendente; la fluidità e la sinuosità del design, personalizzato con lo stile caratterizzante di Hayon, è stata interpretata tramite il tipico filtro di Cassina, rendendo il pezzo più essenziale e meno decorativo rispetto ad altri dei suoi progetti precedenti.


La metamorfosi del divano
La prima considerazione di Hayon in questo processo di elaborazione è stata sui materiali: il legno è tradizionalmente utilizzato in maniera lineare, planare, per creare una sensazione di forza è allo stesso tempo leggerezza. Vico avanza questo linguaggio tradizionale del design e lo traduce operando i metodi dal 21° secolo implementando la fusione di alluminio. Grazie alla cultura di lunga tradizione e l’expertise nel lavorare con i tessuti di Cassina, Vico è stato rivestito con un’abilità maestrale, rendendo il tessuto amovibile. Di solito per gli oggetti di design con un profilo così sottile il tessuto è incollato direttamente alla struttura, ma per Cassina questa lavorazione a tappezzerie è stata parte integrante della sfida produttiva per esaltare la filosofia del progetto. Un secondo importante intervento è stato realizzato sulla forma del divano. Il design italiano dei divani spesso ha un profilo basso: Hayon sviluppa questo concetto è aggiunge dei profili di una forma morbida e organica per creare un design distintivo che può essere apprezzato da tutte le angolazioni, anche dal retro. Grazie alla sua presenza a 360 gradi, e anche alla scelta di misure, Vico può essere posizionato in qualsiasi ambiente living. A prima vista, il profilo slanciato del divano potrebbe far sembrare una mancanza di comfort nella seduta, ma il terzo elemento distintivo del divano preso dalla cultura italiana del design è l’uso delle molle nel rivestimento, originando un alto grado di comfort. La prima volta che ci si siede sul divano, si percepisce una sensazione di rilassamento di tutto il corpo che sprofonda dentro i cuscini.


“Volevo realizzare qualcosa di estremamente confortevole, ma visualmente molto, molto slim – come una donna sulla passerella.” Jaime Hayon.


Dimensioni:
Due posti 175x95xh.78/42cm
Tre posti 240x95xh.78/42cm
Poltrona 89x95xh.78/42cm.


Corpo/ struttura: poliuretano schiumato/ metallo con cinghiature elastiche. Cuscini: poliuretano espanso e ovatta di poliestere (piume aggiuntive per lo schienale). Rivestimento: tessuti dalle Collezioni di Cassina. Basamento: fusion di alluminio nero opaco.
www.cassina.com

Scarica