Infinito Wall, una libreria moderna di estrema funzionalità Un progetto di Franco Albini

L’unione tra tradizione e modernità

Franco Albini è particolarmente conosciuto per la sua esplorazione delle connessioni tra tradizione e modernità e il suo continuo confronto con i materiali e le tecnologie . Tutti elementi essenziali, da sempre, anche per Cassina che con Franco Albini trova piena espressività e comunanza di valori.

La libreria Infinito, disegnata nel 1956/7, esprime pienamente la poetica di Albini: la sua apparente semplicità nasconde in realtà complesse e raffinate soluzioni costruttive. Il fissaggio a soffitto la rende un ottimo elemento di separazione tra gli spazi che catalizza l’attenzione, come una vera opera d’arte.

 

Riscoprire il modello a parete

Infinito Wall è una nuova versione di questa libreria che prevede il fissaggio a parete e un diverso e più stabile appoggio a terra.

Nel 1958 l’architetto aveva infatti progettato, insieme a Franca Helg, un altro modello proprio a partire dall’Infinito declinandolo per renderlo autoportante. Questo modello, presente oggi presso la sede della Fondazione Albini, è stato il riferimento principale, insieme ai disegni realizzati per Poggi, per la riedizione della libreria, attraverso un lavoro come sempre di confronto con gli eredi di Albini.

 

Un avanzamento contemporaneo

Infinito Wall, con i suoi differenti elementi compositivi e soluzioni di contenimento, diventa una libreria ancora più funzionale con l’introduzione di nuovi moduli per accogliere un televisore e i relativi cavi.

Grazie all’inserimento di un nuovo montante, è possibile accoppiare due mobili bassi creando così un vano capace di accogliere una televisione fino a 65” con una mensola sovrastante di 165cm.

Il mobile ad ante, fissato sul montante basso, può essere anche predisposto per il passaggio dei cavi, mantenendo un ordine visivo e la leggerezza per cui Albini è particolarmente riconosciuto.

L’anta è disponibile anche in vetro fumé per la libreria in frassino tinto nero.

Con l’introduzione dei nuovi moduli, sono state aggiornate anche le cerniere per permettere la regolazio ne delle ante e la chiusura ammortizzata.

Un avanzamento che riporta questo progetto ai tempi odierni, come Albini stesso avrebbe immaginato, per accogliere le tecnologie quotidiane.

 

Alta falegnameria

Infinito Infinito Wall evidenziano uno studio precisissimo dei punti d’incontro tra linee e piani oltre ad un’attrazione particolare per snodi e punti di giunzione. Elementi che vengono sviluppati con maestria nella falegnameria storica di Cassina.

Scarica